Capitale da destinare al trading opzioni binarie?

money management

Poniamoci questa domanda: con quale capitale dovrei niziare il trading in opzioni binarie? Domanda alla quale non è possibile rispondere in maniera univoca perché il budget da destinare all’attività di trading cambia da soggetto a soggetto e da situazione a situazione.

I trader più esperti suggeriscono sempre di avere una corretta gestione del denaro, quindi investire solo una piccola percentuale del proprio capitale su ogni singola operazione. E’ da questa logica che bisogna partire, dal money management (anche chiamato gestione del denaro).

Se pensiamo di operare con 50€ per posizione, è chiaramente impensabile iniziare con un capitale di soli 200€, il tutto si trasformerebbe in una pura scommessa. Basterebbero 4 perdite consecutive per azzerare il saldo e per distruggere tutti i nostri sogni di successo.

200€ è un capitale molto basso se utilizzato in questa maniera, ma può diventare un inizio sufficiente se ad esempio si pensa di impiegare un solo euro per singola posizione. Il tutto come vedete è veramente relativo, bisogna capire i meccanismi prima di tuffarsi a capofitto con tutte le scarpe in questo mondo fantastico, ma estremamente pericoloso.

Cerchiamo allora di fare un po’ di chiarezza.

Il money management nelle opzioni binarie

I più esperti suggeriscono di non investire più del 2-3% del proprio capitale su una singola operazione. Quindi, bisogna darsi sempre un margine di 30-50 operazioni, nel senso che una buona gestione del denaro deve offrire la possibilità di perdere anche 30-50 volte di fila senza che il saldo si azzeri completamente.

Questa formula consente di poter recuperare e di superare eventuali fasi di “sfortuna” prolungata. Le fasi di calo le abbiamo tutti, perdere più operazioni di quelle che vanno in profitto deve essere messo in preventivo, solo così sarà possibile preservare il capitale dal crollo totale.

Pensate ad un bravo trader che con un capitale di 200€ decide di impiegare 100€ per volta. Bravo per quanto possa essere, due sole operazioni in perdita gli prosciugherebbero tutto. Come avrete capito, investire alla “Rambo” non è il modo migliore per affrontare il mondo del trading.

Abbiamo fin qui parlato di percentuali e mai di denaro iniziale. Questo perché il capitale è relativo, tutto dipende dalle disponibilità personali e dalla propensone al rischio. Un money management al 2% è decisamente più conservativo e prudente di uno al 3%, un broker che ti consente di impiegare un solo euro per volta è ovviamente più adatto al trader che possiede un piccolo capitale, rispetto ad un trader con un budget più imponente.

Con quale capitale iniziare? Diamo una misura.

Ma allora, con quale capitale dovrei iniziare? Secondo me, tutto dipende dalle disponibilità del trader, dal money management e dal broker che si decide utilizzare.

Permesso che come prima cosa è necessario guardare la propria tasca, il capitale da destinare al trading deve essere una giusta proporzione tra Money Management e trade minimo.

Ipotizziamo di avere 500€ da destinare al trading. Utilizzando un money management abbastanza prudente al 2%, dovremmo scegliere un broker che ci consenta di investire un minimo di 500€/50 (dove 50 è il 2% di 100) = 10€

Poi è chiaro che tu potresti essere un trader con una maggiore propensione al rischio, ed in questo caso potresti portare il money management anche al 5%, in tale situazione dovresti trovare un broker che ti consenta di investire un minimo di 500€/20 (dove 20 è il 5% di 100) = 25€.

24option è un broker che consente di aprire posizioni con investimenti a partire da 25€, quindi, se le tue condizioni fossero queste, sarebbe il broker adatto a te. E se avessi un capitale maggiore? In questo caso è chiaro che mantenendo un money management al 5% si potrebbero impiegare anche somme superiori ai 25€ di minimo.

Ad esempio, con un capitale di 1.000€ ed un money management al 5% si potrebbero impiegare anche 50€ per posizione. Oppure, si potrebbe ridurre il money management al 2,5% ed investire solo 25€ per trade.

Qualcuno potrebbe chiedermi: Se possiedo un capitale di 250€ posso comunque utilizzare 24option? Ovviamente si, anche perché il loro deposito minimo è di 250€, ma è chiaro che in questa occasione dovresti utilizzare un money management al 10%, forse un tantino troppo rischioso.

Il mio suggerimento è dunque di utilizzare 24option con un capitale a partire da almeno 500€, o in alternativa scegliere altri broker autorizzati con trade minimi più bassi, come ad esempio IqOption che consente di aprire posizioni con 1€.

24option è un ottimo broker ed offre dei servizi eccellenti, per continuare ad offrire tutto questo ad alti livelli ha deciso di mantenere il trade e il deposito minimo più alti della media.

2 Responses to Capitale da destinare al trading opzioni binarie?

  1. Salvatore ha detto:

    Secondo me iniziare con 500 euro è molto difficile arrivare ad un guadagno sicuro e continuativo. 24option è il miglior broker in assoluto la consiglio a tutti ma iniziare con un capitale più alto con tutti gli strumenti che ti mette a disposizione 24option sarebbe la cosa migliore. INVESTIRE SOLO IL CAPITALE A CUI SI È DISPOSTO A PERDERE.

Lascia un commento